asas

Volendo fare cinema cosa c’è di meglio dell’America? Il protagonista di questo romanzo d’esordio piuttosto sorprendente, è Martino Sepe, che si trova a New York ma viene da uno di quei paesi in “ate”, l’immaginaria Loviate, della provincia di Milano. Romanzo di formazione? No. Romanzo di iniziazione? Forse. In realtà le défaillance che Martino vivrà a New York (il romanzo si apre con una colossale sbronza) si mescolano con i ricordi della sia esistenza passata: un’infanzia di bambino che sapeva quel che voleva, ma era in constante conflitto con se stesso…
Intanto nella vita reale deve combattere con un produttore che fa di tutto per affossare i suoi sogni di regista (lui ne diventa quasi il lacchè per quanto viene tiranneggiato). «Pensa a cosa desideri, non a dare un nome al tuo desiderio», gli dirà il suo terapeuta, e da questa frase riparte la sua vita con tutti i suoi problemi. E anche con il fegato che ci vuole a “goderselo il problema!”. 

la libertà prima che sia troppo tardi by antonella fiori, vero 2012